1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Clamoroso: Basso nel TER

Discussione in 'Discussioni Generali' iniziata da pilota54, 16 Marzo 2017.

  1. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Su AS di questa settimana, alla pagina 70, c'è una notizia a mio avviso clamorosa: Giando Basso non farà, come si era letto, il WRC2 con la Ford, bensì il TER (Tour European Rally, una serie europea con gare ex ERC) con una HYUNDAI i20 R5 sempre sponsorizzata BRC.
    La Fiesta che doveva usare lui è quella che correrà il CIR con Campedelli.

    Si comincia col Transilvania Rally (5-6 maggio).

    Aggiungo una piccola nota a margine: quanto mi sarebbe piaciuto, in attesa del TER, vedere Basso su un'Abarth 124 rally in Corsica. Con la Grande Punto Abarth mi fece sognare.

    Ecco come sarà la Hyundai di Basso.
    [​IMG]
     
    #1 pilota54, 16 Marzo 2017
    Ultima modifica: 16 Marzo 2017
    A bettino, MARIORE89 e McFrank piace questo elemento.
  2. McFrank

    Membro dello Staff Pilota esperto

    47%
    Messaggi:
    1.844
    "Mi Piace" ricevuti:
    925
    Punteggio:
    1.470
    Ne parlavo ieri nella sezione ERC e segnalo che ci sarà anche Simone Tempestini con la DS3 R5 ;)
    Un altro campionato interessante, gare molto quotate anche e di sicuro va a competere contro l'ERC.

    Personalmente però mi spiace per la competizione europea dei rally, per ora ci perdono sia TER sia l'ERC di eurosport. Spero che questa lotta non porti a uno spaccamento dei partecipanti. Meglio avere una serie competitiva che due così così. Comunque guarderò con interesse entrambi i campionati, anche qui ci saranno nomi interessanti ;)
     
    A A T RACING TEAM e pilota54 piace questo messaggio.
  3. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Si, in pratica ci saranno due campionati europei, anche se forse il TER è da ritenersi "minore", o no?
     
    A McFrank piace questo elemento.
  4. McFrank

    Membro dello Staff Pilota esperto

    47%
    Messaggi:
    1.844
    "Mi Piace" ricevuti:
    925
    Punteggio:
    1.470
    Si direi minore ma è un parere personale :D
    Eurosport quest'anno si è parzialmente rilanciata in R5, lo Junior direi che è la punta di diamante ma quest'anno c'è da registrare la perdita di diversi rally importanti.
    Il TER ha "scippato" l'Ypres, ha preso il Valais e ha anche il rally Vinho da Madeira, queste direi le tappe che hanno una storia recente/passata abbastanza importante. Le altre gare sono buone, su questo forse hanno fatto meglio dell'ERC che presenta troppi doppioni a mio parere tipo Grecia/Cipro, Polonia/Lettonia e mancano rally in Germania e Francia. Ovviamente è solo il mio parere, qualcuno potrebbe non essere d'accordo :)
     
  5. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Ora la notizia è anche nella home-page, dove inoltre si accenna al cambio di programma del fortissimo (per me) Andrea Crugnola. Anche lui (oltre a fare il commentatore "tecnico" delle gare mondiali per Sky Fox) non farà più il WRC2 ma "solo" l'IRC.
     
  6. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.875
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.405
    Punteggio:
    2.590
    A me spiace sia per Basso che per Crugnola, avrei preferitovederli, in meno gare ma nel wrc2. Evidentemente accordi e conti con il budget hanno fatto cambiare idea. In questo anno di debutto, sicuramente, il campionato TER è meno importante dell'ERC(che comunque chi lo vince ha la consacrazione d'essere campione europeo), probabilmente hanno fatto un campionato alternativo in quanto l'ERC non mi sembra godere di ottima salute ( a mio parere alcune gare non all'altezza e anche il livello di piloti non è qualitativamente alto, parere personale). Sta di fatto che vedere due italiani passare dal wrc 2 al Ter e IRC è certamente un passo indietro.
     
    A McFrank e mishima87 piace questo messaggio.
  7. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    sono d'accordo con Norman, penso sia una mera questione economica, anche perchè non avrebbe senso riunciare alla vetrina del WRC2 in nome di un Trofeo ai più sconosciuto anche se presenta in calendario gare secondo me bellissime (Ypres e Vallese soprattutto).

    Dispiace, perdiamo due protagonisti italiani nel mondiale, e soprattutto se la mossa di Basso di lasciare il CIR per il WRC2 poteva avere un senso più che fondato, questo declassamento (se così lo vogliamo definire) a solo scopo pubblicitario (pare che BRC abbia interessi molto forti in quei paesi dove si corre) fa un pò storcere il naso..
     
    A Norman Bates e McFrank piace questo messaggio.
  8. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Ovviamente sono d'accordo con voi. Peccato, sono due grandi piloti. Se per Basso comunque il treno del mondiale è ormai passato, Crugnola io lo vedo sempre come un astro in ascesa, che ha solo bisogno di una vera opportunità per emergere. Già con la Citroen R3T spesso era più veloce di Campedelli.

    Al "Monte" 2017 è andato forte, ma onestamente mi aspettavo di più, forse ha pagato l'inesperienza.

    In merito al clamoroso cambio di programma di Basso, aggiungerei che è clamoroso anche il cambio di vettura. Questa Hyundai sta prendendo piede anche in Italia..........
     
    A Norman Bates e mishima87 piace questo messaggio.
  9. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    beh si Basso ormai il treno l'ha perso anni fa, tra programmi fallimentari (es. Proton) ed altro... però indipendentemente da quello i nostri tre top driver (lui, Andreucci e Scandola) non hanno mai sfigurato una volta impegnati ai piani alti.

    Crugnola anche secondo me è sempre stato un grandissimo talento e mi è sempre piaciuto molto come pilota. E' stato forse però legato per troppo tempo a programmi su auto a due ruote motrici (Citroen e Renault nella speranza vana di fare un salto tra i "grandi") e nonostante i tanti anni di esperienza è relativamente un novello sulle 4 ruote motrici (esordio assoluto solo l'anno scorso al Laghi su Fiesta R5 e quest'anno per la prima volta su una WRC).

    Poi purtroppo non ha mai avuto un degno supporto economico, che lo hanno sempre penalizzato o relegato a delle gare spot. Un peccato, considerando il momento in cui viviamo dove la valigia conta di più del talento.
     
    A McFrank e Norman Bates piace questo messaggio.
  10. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Più che d'accordo su Crugnola. Per quanto riguarda i top driver degli ultimi 15 anni in Italia mi permetterei di aggiungere ai tre nominati un certo Luca Rossetti (ovvero Rox), che seguo fin dai tempi della Citroen C2 e per me è più forte di Scandola, o almeno lo era di sicuro qualche anno fa. Sono stato anche iscritto al suo fans club, con tanto di tessera e cappellino, ma purtroppo, pur avendolo visto correre dal vivo (Targa Florio da lui vinta qualche anno fa con la GPA), non sono mai riuscito a conoscerlo di persona. Lui conosce comunque bene il mio nome e cognome perchè ci parliamo su facebook.......

    L'anno scorso ho avuto un'enorme delusione (figuriamoci lui....) quando dopo aver vinto al Rally di Montecarlo la categoria R3T con la Clio, con uno strepitoso 20° posto assoluto se ricordo bene, fu squalificato per una frazione di millimetro di differenza al turbo (motore piombato Renault). Per me il vincitore rimane lui.
    Comunque per me Andreucci, Basso e Rossetti erano da mondiale.
     
    #10 pilota54, 17 Marzo 2017
    Ultima modifica: 17 Marzo 2017
    A mishima87, Norman Bates e McFrank piace questo elemento.
  11. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    Beh giù il cappello di fronte ad un due volte Campione Europeo...

    diciamo che anche il taglio di Abarth dopo il 2008 ha un pò segato le ambizioni del Rox e del Giando...la Grande Punto era davvero un gran bel mezzo e soprattutto un'ottima base su cui poter costruire una futura WRC...

    Peccato, mettiamo il tutto nell'album "occasioni mancate"
     
    A pilota54 e Norman Bates piace questo messaggio.
  12. pilota54

    Membro dello Staff Pilota esperto

    41%
    Messaggi:
    1.312
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.154
    Punteggio:
    1.408
    Concordo, la GPA era una gran macchina, e Basso e Rox gli interpreti migliori per me.
    Vedere Rossetti dal vivo alla Targa Florio con la GPA e portarla alla vittoria è stato emozionante. Mi ha riportato idealmente col pensiero a quando non dormivo la notte per veder passare le Lancia Stratos e le Alfette GTV6, quando insomma le vetture italiane dominavano.

    Anche per questo mi sto entusiasmando per l'Abarth 124 rally.
     
    A McFrank piace questo elemento.

Condividi questa Pagina