1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Tecnica Derapata

Discussione in 'Tecnica' iniziata da rally, 5 Aprile 2012.

  1. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    Pensiamo "derapata", e immediatamente ci vengono in mente gli spettacolari "traversoni" che vediamo nei rally! Nulla di tutto questo! La derapata identifica sì uno slittamento sulle quattro ruote, ma non necessariamente plateale ed evidente!

    In particolare, anzi, un traversone plateale è sintomo che l'auto ci è "scappata", e probabilmente stiamo perdendo tempo: mentre siamo di traverso, non possiamo affondare il gas per non fare testacoda, a differenza di quando siamo allineati, dove possiamo sfruttare la massima potenza.

    derapata4r.jpg Ma vediamo il diagramma. Qui ho rappresentato la successione dei vari momenti di una impostazione in four wheel drift, ovvero in derapata su quattro ruote.

    1) Frenata alla massima potenza.

    2) Sterzata per inserire l'auto in curva: di norma queste impostazioni si fanno accompagnate al trail braking, e fino a qui stiamo continuando a frenare.

    3) Riduzione della forza frenante, mentre l'auto tende a "girare" a causa del retrotreno alleggerito. Per evitare il testacoda, si riallinea lo sterzo.

    4) L'auto viene così fatta "scivolare lateralmente" quel tanto che basta a mantenerla alla corda della curva, ma a ruote dritte, e curvando unicamente con l'effetto di derapata così indotto.

    5) Si giostra opportunamente col gas, in modo da modificare la deriva (e quindi la sterzata impressa) dalle ruote posteriori. Si fa in modo di puntare il muso già verso l'uscita della curva.

    6) Mano a mano che si procede nella curva, si cerca di far scorrere l'auto sempre più su una traiettoria rettilinea, in modo da raddrizzare la traiettoria e farla puntare verso l'uscita. E mentre progressivamente l'auto si riallinea riducendo la derapata, potrò progressivamente aumentare sempre di più il gas.

    7-8) In questo modo mi presento in uscita di curva già a ruote dritte e il gas a fondo, alla massima velocità possibile per lanciarmi sul rettilineo successivo.

    E' ovvio che se dopo questa curva avrò un altra curva anziché un rettilineo, la mia traiettoria dovrà tenerne conto, ma il principio non cambia.

    fonte: webalice.it/mbacilieri/
     
  2. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    Dobbiamo però tener conto della differenza di comportamento fra trazione anteriore,posteriore ed integrale,nelle posteriori tale effetto si accentua scalando rapidamente ed accellerando portando il posteriore ad allargare la curva ed il muso a chiuderla,con le anteriori bisogna giocare di sterzo e dando un colpetto di freno col sinistro,ed accellerando l'auto tende ad allargare con il muso. Con le integrali è un pò un mix,dipende da come è impostata la trazione(es 55% avanti 45% dietro) e dai differenziali
     

Condividi questa Pagina