1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Il decalogo del navigatore

Discussione in 'Navigatori' iniziata da rally, 12 Dicembre 2010.

  1. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    Il copilota, od in gergo il navigatore, non è un personaggio qualunque, ma è un personaggio vero che ha compiti importanti quanto il suo compagno. Mentre il pilota ha il solo compito di guidare, e di guidare veloce, il copilota ha un'infinità di cose da fare, per cui la gara, la vittoria o la sconfitta non dipendono esclusivamente da una sola persona, bensì da un equipaggio i cui compiti sono perlomeno al 50%.

    Il navigatore è indispensabile al pilota e se fa bene il suo lavoro infonde fiducia e tranquillità al suo compagno, il quale, libero da qualsiasi preoccupazione, chiamiamola burocratica, potrà concentrarsi sulla guida e rendere di più (guadagnando secondi preziosi per merito della sua tranquillità) di quel conduttore che ha al suo fianco un compagno insicuro che gli dà pochissimo affidamento.

    Il navigatore deve farsi valere, ma per farlo deve, egli medesimo, valere qualcosa correndo il più possibile con passione e tenacia, facendo tutti i sacrifici che il duro mestiere del copilota comporta. Se si vince è pensiero comune che il merito sia esclusivamente del pilota; viceversa se si perde spesso è stato un errore del copilota sulla tabella di marcia, od una nota sbagliata. Non crediate che sia facile farlo bene; in compenso quando si assapora la gioia di una vittoria (ed a volte anche il solo portare la macchina al traguardo è una vittoria) è bene pensare che la propria parte è perlomeno uguale a quella del pilota.

    Potete anche non crederci, ma se il pilota guida la macchina da corsa.......il navigatore guida il suo pilota infondendogli tranquillità innanzitutto, esortandolo ed incitandolo ad andare più forte se si accorge che sta rallentando, ma anche frenandolo e calmandolo se si accorge che sta esagerando e correndo dei rischi.

    IL DECALOGO del NAVIGATORE

    1. Ricordare che la cosa più preziosa è la Tabella di Marcia.
    2. Non sentirsi in alcun modo inferiore al pilota ed avere la massima fiducia in lui.
    3. Essere un ottimo guidatore (non necessariamente pilota).
    4. Fare una ricognizione completa del percorso.
    5. Conoscere l'annuario C.S.A.I. ed i regolamenti particolari delle gare.
    6. Leggere perfettamente le carte geografiche.
    7. Essere capaci di fare e di leggere un Radar e le Note.
    8. Prima della gara fare un elenco completo di tutto quello che necessita per il suo svolgimento, controllando di avere tutto nella borsa prima della partenza.
    9. Non perdere mai la calma e non fidarsi mai completamente della propria memoria.
    10. Ricordarsi di tenere caricato l'orologio.
     
  2. pietroz

    Pilota esordiente

    43%
    Messaggi:
    35
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    116
    Parole sante....poi tutto viene dall'esperienza.......pensa che ad i miei esordi....anzi L'Esordio....feci saltare un CO al mio pilota...col quale sono tutt'ora in amicizia.....peccato di gioventu'...GRAVE....ma mi perdono' ed andammo avanti.......con grande soddisfazione di entrambi
     
  3. marc1963

    Pilota esordiente

    18%
    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    101
    concordo.. fare il naviga richiede grande impegno e passione...
     
  4. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    a chi lo dici...ah,benvenuto ma presentati nell'apposita sezione!!!
     

Condividi questa Pagina