1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Italian Baja 2012

Discussione in 'Rally Raid' iniziata da Robyj, 14 Marzo 2012.

  1. Robyj

    Robyj Moderatore esperto
    Pilota nazionale

    36%
    Messaggi:
    657
    "Mi Piace" ricevuti:
    56
    Punteggio:
    678
    Mancano poche ore all'inizio della bellissima gara Italiana, prima gara del World Country Rally,come ogni anno un gran numero di partecipanti tra moto,quad e auto.. Tra i tanti ci sarà anche il mitico "Finlandese volante" Tony Gardmeister, lo zar Russo Gadasin, il sultano Al Mutaiwei e un gran pilota plurivncitore della Dakar Schlesser, senza dimenticare i tanti piloti Italiani...e tra le auto anche la "Pandakar" reduce dall'ultima gara da cui prende il nome con il pilota Caffi.XD
     
  2. Robyj

    Robyj Moderatore esperto
    Pilota nazionale

    36%
    Messaggi:
    657
    "Mi Piace" ricevuti:
    56
    Punteggio:
    678
    Dal mondo del rally nomi come Fabrizio Martinis noto come "il finnico di Cordenons" e Luca Cantamessa che avrà un Polaris Razor. Presente anche la Mini all4 vincitrice della scorsa Dakar. Ho letto che ci sarà anche Peter Van Merkenstein padre di Van Merkenstein Jr. che ricordiamo per le apparizioni nel WRC con la ds3 del loro team.
     
    #2 Robyj, 14 Marzo 2012
    Ultima modifica: 14 Marzo 2012
  3. A T RACING TEAM

    Membro dello Staff Fantamanager

    54%
    Messaggi:
    20.981
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.746
    Punteggio:
    2.543
  4. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    ecco la vettura di Van Merkesteijn

    428095_368723326495122_118434941523963_1160282_255337849_n.jpg 417064_368723293161792_118434941523963_1160281_1657371707_n.jpg 422029_368723279828460_118434941523963_1160280_1344026077_n.jpg 419225_368723253161796_118434941523963_1160279_1594892913_n.jpg
     
  5. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    C’è anche una Great Wall nell’elenco partenti dell’edizione 2012 dell’Italian Baja, gara di apertura del campionato mondiale e del Campionato Italiano Cross Country Rally che si corre in questi giorni a Pordenone (Friuli).
    Il SUV cinese, denominato Great Wall Hover 5 WRC, è di proprietà di Davide Di Martino, titolare delle concessionarie siciliane Comer Sud e DiMotor, ed è stato realizzato, in collaborazione con Gemmellaro Motorsport, dalla Erre Motors Team di Palermo.
    Tutto siciliano anche l’equipaggio: alla guida ci sarà il presidente di Erre Motors, Riccardo Milazzo, in coppia con il navigatore, Nicola Ortoleva.

    foto2.jpg foto.jpg

    “La vettura è un T1 realizzato sulla base della Great Wall Hover, un mezzo che in Italia è oggi distribuito con un motore bi-fuel 2.400 benzina. Per preparalo per questo tipo di gare, abbiamo fatto interventi radicali. La vettura è stata infatti totalmente smontata e molte parti della carrozzeria sono state modificate (i parafanghi, per esempio, sono stati opportunamente allargati) o sostituiti con altri realizzati in fibra di carbonio e vetroresina (come i portelli).

    Anche il telaio è stato modificato: al posto dell’originale “ruote indipendenti anteriori e ponte rigido posteriore”, ora mentre c’è uno schema “a quattro ruote indipendenti”, ciascuna dotata di due ammortizzatori Ohlins.

    Il motore, infine, in virtù degli accordi Great Wall - Mitsubishi (che fornisce le motorizzazioni per queste vetture), è stato sostituito con un 3.200 a gasolio: propulsore potente e molto utilizzato nelle gare off-road”.

    L’Italian Baja 2012 sarà, per l’equipaggio siciliano, una “gara test”, per valutare l’efficacia del mezzo in vista del suo impiego nel Campionato Italiano Cross Country.

    “Il nostro è il primo fuoristrada Great Wall a essere stato realizzato, in Europa, per le competizioni” aggiunge Milazzo “e abbiamo intenzione di non fermarci qui. C’è già un progetto per preparare anche un’altra auto, questa volta allestita sulla base del modello Pick Up Steed 5. Entrambe le vetture potranno poi essere noleggiate per partecipare alla competizioni Cross Country”.
    Va ancora ricordato che l’impegno di Erre Motors all’Italian Baja è seguito con attenzione anche da Eurasia Motor Company, importatore italiano Great Wall, che ha previsto l’invio a Pordenone di un pullman “ospitality” appositamente attrezzato.
     
  6. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    La gara in programma da domani a domenica 18, organizzata da Fuoristrada 4X4 Club Pordenone e promossa a Automobile Club Pordenone è la prima delle sette a calendario della serie Tricolore CSAI. Nei tre giorni di gara, RAI Sport seguirà l’evento con trasmissioni direttamente dal percorso di gara con immagini, servizi e interviste ai protagonisti ed il commento di Lorenzo Leonarduzzi



    Roma, 14 marzo 2012 – L’Italian Baja è ai blocchi di partenza ed è pronto a muoversi il Campionato Italiano Cross Country Rally. L’evento fuoristradistico per eccellenza in Europa, organizzato da Fuoristrada 4x4 Club Pordenone e promosso da Automobile Club Pordenone si presenta con un elenco iscritti policromo di grande spessore per dar il via alle serie iridata del FIA, FIM World Cup Cross Country Rally e al massimo campionato Tricolore ACI CSAI.


    Alla gara, in programma a Pordenone dal 15 al 18 marzo, è prevista la presenza dei big del Cross Country internazionale ed altri campioni di tutt’altra estrazione automobilistica ed all’esordio nelle maratone fuoristradistiche.
    Lungo i tracciati disegnati tra le pietraie del fiume Tagliamento e nella campagna friulana, daranno spettacolo equipaggi provenienti da ventuno nazioni differenti, con gli italiani in bella evidenza numerica.


    A dare fuoco alle polveri di una sfida che si annuncia esplosiva, sarà il russo tre volte vincitore Boris Gadasin a bordo dell’usuale G-Force Proto, sfidato dall’ucraino che lo scorso anno si piazzò secondo Bogdan Novytskyi e quest’anno al volante anch’egli di un G-Force Proto oltre che una folta schiera di ottimi fuoristradisti come Khalifa Al Mutaiwei, con la Mini All4, il veterano Jean Louis Schlesser con l’inseparabile e spettacolare buggy Schlesser Original a due ruote motrici ma accreditato d’elevata competitività, grinta che non manca mai di sfoggiare il ceco Miroslav Zapletal su di una Bmw X3. Da seguire è la gara d’esordio del rallista finlandese Toni Gardmeister alle prese con un Mitsubishi Pajero T1.


    Tra i campioni sono attesi alla verifica delle velleità internazionali il padovano Giovanni Manfrinato con l’agile Renault Megane Proto, oppure il campione italiano in carica Lorenzo Codecà alfiere del team di Suzuki Italia ed al volante del Grand Vitara 3.6 T1 che anche nel 2011 gli ha consentito di confermarsi al vertice assoluto del campionato tricolore. D’estremo interesse è il ritorno in gara del milanese già campione italiano 2009 Riccardo Colombo che per l’occasione rispolvera il Mitsubishi L200 Wrc della Ralliart Divisione Fuoristrada Italia e farà coppia con il versiliese Pierpaolo Larini, sulla nuova versione di un secondo Mitsubishi L200 Wrc.
    La lunga lista dei protagonisti annovera la presenza del vicecampione italiano 2011 Claudio Petrucci, il romano che parte a bordo di una Grand Vitara 1.9 DDiS per un’altra stagione vincente anche nel Suzuki Challenge, guidando la muta dei sette trofeisti iscritti alla gara friulana. Stacca il primo cartellino dell’anno Elvis Borsoi, che lascia il Pajero che gli ha dato la soddisfazione del titolo tricolore 2011 del Gruppo TH sostituendolo con un altro Pajero 3.2 DiD T2. Torna con rinnovate ambizioni il romagnolo Andrea Toro al volante del personalissimo TRC Bmw a due ruote motrici e non manca il siciliano Riccardo Milazzo che sfodera l’inedito Great Wall di fresca preparazione. Nella giornata delle prime volte, non bisogna tralasciare l’esordio nella gara pordenonese del rallista friulano Fabrizio Martinis su Nissan Navara Ermolli ed anche quello dell’ex pilota di Formula 1 il bresciano Alex Caffi sulla Fiat Panda 4x4 con la quale ha già preso parte alla Dakar 2011. Si ripresenta in Gruppo T2 con un Mitsubishi Pajero V60 Valentino Bombelli.


    Nel Gruppo TM sono presenti i Polaris Razor del novarese Diego Salerno e del noto rallista astigiano Luca Cantamessa che ingaggeranno una sfida alla distanza con Paolo Biglieri e Claudio Marengo a bordo dei Danisi Light T3 della Ralliart Italia
    In TH ritroviamo il vicecampione italiano Mirko Bertoni con il Suzuki Gran Vitara, Debbi Andrea Debbi e Chiara Zoppellaro suDaihatsu Rocky, quindi altri sette piloti compreso il Alberto Gazzetta proveniente dalla velocità fuoristrada.


    Da quest’anno possono partecipare alla gara anche i possenti camion, è infatti previsto il Gruppo T4 dove si schierano Elio Moro su Man F2000, Giulio Verzelletti su Mercedes Benz Unimog mentre il toscano Renato Rickler si presenta con l’Iveco Eurocargo con al fianco di Alessio De Angelis



    Giovedì 15, l’Italian Baja 2012 aprirà i battenti con le operazioni di verifica dei concorrenti presso il quartiere generale della manifestazione allestito alla Fiera di Pordenone. Venerdì 16 marzo alle ore 16 la partenza ufficiale e alle 16,25 il via alla superspeciale “Meduna” (11 km) a Zoppola. Il settore selettivo “Tagliamento” (81 km) sarà invece teatro della corsa tra sabato e domenica 18, con quattro passaggi in totale per auto, moto, quad e camion.
     
  7. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    video della ps1 Meduna Pordenone

    [video=youtube;vHMHmpwHkO]http://www.youtube.com/watch?v=vHMHmpwHkO[/video]
     
  8. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.188
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.105
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    Per Larini e Musacchia, Mitsubishi L200 Pick Up, affermazione nella classifica della serie Tricolore Csai.
    A Pordenone il pilota toscano Pierpaolo Larini e il navigatore palermitano Pietro Musacchia della RalliArt Divisione Fuoristrada Italia, si aggiudicano la gara d'apertura della stagione Tricolore precedendo i compagni di squadra Riccardo Colombo e Rudy Briani, Mitsubishi L200. Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo sono terzi con il Suzuki Grand Vitara.

    Elvis Borsoi e Roberto Briani primi del Gruppo T2 su Mitsubishi Pajero. Gli elbani Alberto Spinetti e Lara Giusti primi del Suzuki Challenge, su Grand Vitara 1.9 DDiS, a Bigot e Pasian il Gruppo TH su Suzuki Grand Vitara

    Una gara lunga e dura, dal fondo pietroso e sconnesso che ha compromesso la resistenza anche dei corazzati fuoristrada del mondiale. Alla fine, a spuntarla e vincere la 19. edizione dell’Italian Baja sono i russi Vasilyev e Yevtyekhov, su G Force Proto. Precedendo di soli 37” l’olandese Van Merkestein ed belga Chevallier, secondi con il Toyota, chiudendo la faticosa maratona friulana davanti agli ucraini Novytsky e Kandratiiev su di un altro G Force Proto, terzi a 7’21”.

    Correre sulle Grave del fiume Tagliamento, farlo per ottanta chilometri a tutta, non impresa da tutti e gli italiani in questi frangenti si fanno valere. Come sempre i nostri piloti sono in grande evidenza assoluta nelle prime battute della competizione poi pian piano devono subire il ritorno dei conduttori stranieri, perdendo alcune posizioni, ma restando in scia dei migliori.

    Sono Pierpaolo Larini e Pietro Musacchia a terminare la gara organizzata da Fuoristrada 4X4 Club e promossa da Automobile Club Pordenone in nona piazza assoluta, primeggiando nella classifica riservata ai piloti del Tricolore. Il pilota versiliese, in coppia con il navigatore palermitano a bordo del Mitsubishi L200 RalliArt Italia, ha duellato per la top five nelle prima tappa, subendo poi la rottura del cambio che l’ha costretto a rallentare il ritmo, permettendo al compagno di squadra Riccardo Colombo di farsi sotto. Scivolato nelle retrovie dopo il prologo di venerdì, per un salto di marcia durante l’attraversamento di un profondo guado, con Rudy Briani alle note il milanese ha guidato forte il secondo L200 schierato dal team toscano portandosi sino all’undicesimo posto assoluto, quindi secondo dell’italiano dietro a Larini di soli 53”.

    Al traguardo della Fiera di Pordenone l’equipaggio ufficiale di Suzuki Italia, composto dai campioni in carica Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo su Grand Vitara 3.6 V6, ha conquistato il tredicesimo posto assoluto acquisendo i punteggi tricolore relativi al terzo gradino del podio che è andato a occupare al termine di una gara che lo ha visto controllare agevolmente l’esordiente Fabrizio Martinis. Il rallysta friulano ha affrontato la sfida fuoristradistica di casa col piglio dello “studente”, veloce ma sempre concentrato ad assimilare la diversa guida fuoristradistica assieme all’esperta navigatrice Erika Pajer su Nissan Navara Ermolli, soffrendo la rottura del radiatore per una pietra lanciata da un concorrente che lo precedeva nelle partenze, classificandosi ottimamente quarto assoluto.

    Quinti e primi del Gruppo T2 si sono piazzati il trevigiano Elvis Borsoi ed il navigatore mantovano Roberto Briani, a bordo del Mitsubishi Pajero 3,2 DDiS RalliArt, recuperando nel finale sul lombardo Valentino Bombelli, navigato da Daniele Fiorini, rallentato nell’attraversamento di un profondo guado che gli ha impedito di aggiudicarsi il gruppo che ha lungamente condotto a bordo del suo Pajero 3.2, piazzandosi al secondo posto di gruppo, davanti a Trivini e Trivini su Pajero.
    Dalla nutrita pattuglia dei trofeisti del Suzuki Challenge sono emersi i toscani Spinetti e Giusti, alla prima gara con il Grand Vitara 1.9 DDiS della Tecnauto, quinti di Gruppo T2 e primi del monomarca dopo la partenza a razzo ed il successivo rallentamento di Lolli - Forti e di Bertuzzi - Mirolo.

    In T3 sono primi Biglieri e Catarsi davanti ai piemontesi Marengo e Verna, entrambi su Danisi Dust Devil, In Gruppo TH sono vincenti friulani Bigot e Pasian su Suzuki Grand Vitara. I novaresi Salerno e Porzio a bordo del Polaris Razor 400 superano le insidie della gara, aggiudicandosi il Gruppo TM.

    Al traguardo di Pordenone è arrivato a fatica anche l’ex pilota di Formula 1 Alex Caffi, dopo aver subito la rottura della Fiat Panda 4x4, mentre tra i ritiri eccellenti si deve annoverare quello del veneto Giovanni Manfrinato, per rottura di un braccetto della sospensione del suo Renault Megane.

    Classifica ufficiosa assoluta della gara CI Cross Country Rally:

    1. Larini-Musacchia (Mitsubishi L 200) a in 4h02’40”; 2. Colombo-Briani (Mitsubishi L 200) a 53”; 3. Codecà-Fedullo (Suzuki Grand Vitara) a 3’23”; 4. Martinis-Pajer (Nissan Navara Ermolli) a 6'19”; 5. Borsoi-Briani (Mitsubishi Pajero 3.2 DiD) a 19'14”; 6. Toro-Nadin (Trc 2 Bmw) a 19'49”; 7. Bombelli-Fiorini (Mitsubishi Pajero) a 23'03”; 8. Trivini-Trivini (Mitsubishi Pajero) a 32’31”; 9. Salvi-Salvi (Mitsubishi Pajero) a 33'03; 10. Spinetti – Giusti (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS) a 38'43. Gruppo T3: 1. 1. Biglieri-Catarsi (Danisi Dust Devil) in 22:10'19; 2. Marenco-Verna (Danisi Dust Devil) a 56'41. Gruppo TH 1. Bigot – Pasian (Suzuki Grand Vitara) in 4h49’32”; 2. Cavinato-Cangi (Nissan Navara) a 40”; 3. Bertoni-Vanni (Suzuki Grand Vitara 2000) a 42”. Gruppo TM: 1. Salerno – Porzio (Polaris Razor 400) in 5h59’41”.
     

Condividi questa Pagina