1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Quale è stata la persona più importante per il Rally

Discussione in 'Non solo rally' iniziata da settete, 12 Luglio 2014.

  1. settete

    Pilota regionale

    5%
    Messaggi:
    166
    "Mi Piace" ricevuti:
    13
    Punteggio:
    168
    Quale è stata, secondo voi, la persona più influente o che ha rivoluzionato il modo di vedere il rally?

    Credo che il progettatore dell' Audi quattro abbia modificato completamente il mondo delle corse rallystiche, purtroppo non so il nome e su internet dopo una breve ricerca non ho ancora trovato nulla...
     
    A A T RACING TEAM piace questo elemento.
  2. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    44%
    Messaggi:
    1.586
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.006
    Punteggio:
    1.444
    bellissima domanda, forse troppo vasta per rispondere, credo che ogni era abbia il suo metro di importanza.

    Faccio degli esempi:
    Anni 70 - Lancia Stratos, prima macchina creata per i rally, e non adattata a diventarla
    Anni 80 - Audi, quattro ruote motrici - Gruppo B. In negativo potrei dire fattore sicurezza
    fine Anni 80 - Inizio 90 - Lancia (null'altro da aggiungere)
    Anni 90 - Generazione di fenomeni (McRae-Sainz-Makinen-Auriol), nascita della WRC
    Anni 2000 - Sebastien Loeb - guida "pulita da circuito" sugli sterrati del mondo intero.

    Poi in generale, sono anche i luoghi in cui si corre che hanno reso i rally importanti (chiedi ad un appassionato del Turini, di Ouninpohja, di Great Orme per fare degli esempi, vedi se non si commuove)
     
    A A T RACING TEAM e settete piace questo messaggio.
  3. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.194
    "Mi Piace" ricevuti:
    654
    Punteggio:
    1.308
    Il progettista dell'Audi Quattro credo fosse Roland Gumpert,ma qui serve la consulenza di norman bates....ogni epoca ha avuto il suo pilota,la sua macchina,la sua gara e quindi logicamente ognuno di noi la vedrebbe a modo suo,però è innegabile che l'avvento di compressori e trazione integrale hanno cambiato molte cose,così come le cambiarono l'autobloccante ed i fari allo iodio,le gomme da terra e quelle slik.....
    Comunque ci sono auto,gare e piloti la cui fama attraversa indenne ogni epoca...Stratos,Delta,Audi quattro,Munari, Alen,Biasion,McRae,Montecarlo,1000 laghi.....vediamo se fra 20 anni ci si ricorderà più di Mc Rae o di Loeb,della Statos o della DS3....
     
    A mishima87 e A T RACING TEAM piace questo messaggio.
  4. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.997
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.476
    Punteggio:
    2.590
    L'avvento della Stratos a mio avviso è stato il più incisivo,fino ad allora si correva con macchine derivate dalla serie non solo in Italia (Fulvia e 124 Abarth) ma anche all'estero (Volvo nei paesi nordici,Porsche 911 che erano vetture GT ma comunque in voga,solo in Francia avevano l'Alpine Renault A110 che doveva fare quello che poi fece la Stratos) dunque Stratos e Cesare Fiorio in Italia sono sicuramente i due fattori scatenanti delle gare su strada...dopo arrivò l'Audi 4x4 a dare un ulteriore direzione,i piloti sono tantissimi uno "speciale" è stato Sainz,che fu il primo latino a vincere il 1000 Laghi, ora oramai è una gara come un altra ma ai tempi era davvero terreno per soli scandinavi. Anche oggi i piloti sono bravi ma le gare sono indubbiamente più corte,più semplici e meno affascinanti,son passati i tempi in cui vedevi una gara mondiale e al via c'erano 6/7 campioni del mondo a combattere tra loro.
     
    A Daniele Grechi, A T RACING TEAM e mishima87 piace questo elemento.

Condividi questa Pagina