1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Sicurezza nei rally

Discussione in 'Regolamenti Rally' iniziata da Daniele Grechi, 5 Settembre 2015.

  1. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    28%
    Messaggi:
    1.032
    "Mi Piace" ricevuti:
    419
    Punteggio:
    1.278
    Un altro tragico incidente....un'altro di noi che perde la vita facendo lo sport che ama....no ragazzi,così non va,bisogna fermarsi a riflettere......abbiamo discusso di catalizzatori,commissari e serbatoi di sicurezza,ma forse dovremmo(o dovrebbero) ripensare le auto
    Quando si va troppo forte,si deve pensare a ridurre le prestazioni,sarebbe forse meglio tornare ai "vecchi" grA ed N con le sole modifiche consentite negli anni '80,gomme come per le racing start,rollbar semplici,imbullonati e con sola funzione di protezione....prima fra parentesi ho messo dovrebbero,perchè noi piloti possiamo solo accettare le regole...


    aggiunto da moderatore:

    thread per approfondire i vari discorsi fatti sulla sicurezza

    Incidente al Ba...relli Ronde
    Nasce online la prima petizione per chiedere alla CSAI di non abolire le VSO
    Collare Hans
    Macchine troppo potenti e pericolose o macchine prestazionali troppo accessibili??
    Guardrail pericolosi ( incidente Kubica )
     
    #1 Daniele Grechi, 5 Settembre 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 6 Settembre 2015
    A rally, McFrank e A T RACING TEAM piace questo elemento.
  2. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    38%
    Messaggi:
    1.529
    "Mi Piace" ricevuti:
    472
    Punteggio:
    1.384
    D'accordo, ma sui roll bar possiamo anche discutere.
    In un decennio, dalla Xsara WRC alla DS3 WRC i carichi statici e dinamici sopportati nei crash test sono cresciuti notevolmente (sotto il link dell'articolo 253 FIA).
    http://www.fia.com/sites/default/files/regulation/file/253 (2013).pdf
    Per vetture di categoria inferiore non mi esprimo, non conosco il regolamento. In questo caso non mi pare che il problema sia dato da sforzi eccessivi sopportati dal roll bar, ma la causa sia da cercare (ancora una volta) nel circuito del carburante.
     
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  3. McFrank

    Pilota nazionale

    72%
    Messaggi:
    768
    "Mi Piace" ricevuti:
    308
    Punteggio:
    860
    Ciao Daniele! Premetto che non sono pilota, i rally sono da sempre una mia passione e ovviamente capisco che la morte di Comte abbia scosso ancor di più un ambiente che, dopo la tragedia di Campana e Munz non riesce a trovare pace!
    Da premettere subito che la morte di Comte è avvenuta sul colpo e non per colpa delle fiamme scaturite dopo il botto (questo lo segnalo come nota generale non in risposta a te).
    Devo ammettere che il tema sicurezza potrebbe essere drammaticamente ripreso in futuro! Mi riferisco alle WRC del futuro, forse ci siamo dimenticati di quanto sia pericoloso questo sport. Ci sarà un aumento probabile di 80cv sulle nuove Wrc, potenze che forse nemmeno servono per continuare il rilancio di questa categoria. Il livello professionale richiesto dalle auto sta aumentando, e in futuro mi immagino queste prossime WRC in mano ai privati e agli amatori...Non voglio essere critico, il regolamento entusiasma certamente ed entusiasma i piloti ma non bisogna sottovalutare il tema sicurezza e non bisogna dimenticare chi in passato c'ha rimesso drammaticamente la vita, già ad oggi sugli sterrati per esempio si viaggia a velocità micidiali!
    Detto ciò e tornando sugli ultimi eventi, credo purtroppo che siano state solo fatali coincidenze, incidenti mortali ravvicinati che hanno scosso l'ambiente. Qualcosa può e potrebbe essere ancora fatto ma i rally purtroppo sono così, sono pericolosi e anche con il massimo della sicurezza qualche brutto episodio ci sarà sempre in questa categoria, anche con vetture meno potenti! Non a caso i due crash sono avvenuti con vetture di potenze completamente diverse.
    Bisogna accettare i rally, bisogna accettare che persone normali si cimentino in questo sport con i professionisti e che si trasformino in eroi con il rischio purtroppo di poterci lasciare. Io vi ammiro!
    Forza Angélique!!!
     
    A A T RACING TEAM e Daniele Grechi piace questo messaggio.
  4. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    28%
    Messaggi:
    1.032
    "Mi Piace" ricevuti:
    419
    Punteggio:
    1.278
    Teniamo presente che alcuni piloti,non giovanissimi ma molto esperti,si sono accorti accorti che adesso,con N2 od N3, sulla stessa ps sono più veloci di quando la facevano 30/40 anni fa con gr2 e 4 anche di 5" a Km.....le auto si saranno evolute ma i riflessi no...le .vetture forse ora saranno più sicure secondo qualcuno,ma sempre più veloci...ma il corpo umano è sempre lo stesso,se le scocche ipersicure scaricano tutto sui piloti non mi sembra un vantaggio....
     
    A A T RACING TEAM e TwoStroke piace questo messaggio.
  5. TwoStroke

    Pilota esperto

    35%
    Messaggi:
    1.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    422
    Punteggio:
    1.349
    Località:
    Parma
    Non voglio fare la figura dell'egoista, ma quello che sto per scrivere l'ho pensato anche riferendomi a me stesso. Parto con il presupposto che sono d'accordo con quello che ha scritto Daniele, ma voglio solo incalzare e continuare quanto ha scritto;
    Per la faccenda dei rollbar non sono molto informato, perciò scriverò su questo una volta che avro' informazioni in più.
    Per le potenze delle auto, beh, non so quanto possa servire diminuire drasticamente le potenze. Magari per categorie inferiori si.
    Anche se si hanno vetture con 150/200 cv, se tieni il piede giù vanno. Penso a me che ho una Fiesta diesel con solo 95 cv e se schiacci viaggia.
    Quello che voglio dire è che qualsiasi mezzo a motore, auto o moto che sia, è pericoloso anche se poco potente.
    Mi viene sempre in mente, affrontando questi discorsi, il rally di Finlandia: indipendentemente dalla vettura passano tutti con l'acceleratore a pacco tra salti e alberi.
    Non so, sono cose che fanno riflettere e pensare ciò che è meglio e ciò che è peggio è molto difficile. Ma è una questione che mi piacerebbe approfondire e discutere con tutti voi, e magari verranno fuori idee che possono aiutare.
    Perciò un grazie a Daniele per aver aperto il thread.
     
    A Daniele Grechi e McFrank piace questo messaggio.
  6. McFrank

    Pilota nazionale

    72%
    Messaggi:
    768
    "Mi Piace" ricevuti:
    308
    Punteggio:
    860
    Mi è venuto in mente anche a me quando ho scritto...pensare a possibili soluzioni è giusto ma non bisogna dimenticarsi della realtà! ;)
     
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  7. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    38%
    Messaggi:
    1.529
    "Mi Piace" ricevuti:
    472
    Punteggio:
    1.384
    E' chiaro però che il compito di un progressivo assorbimento dell'urto è affidato alla scocca. E qui si può discutere, visto che nei rally nazionali girano scocche datate. Viceversa l'appendice J (anche roll bar, quindi) sulla sicurezza è in continuo aggiornamento.
    Data la scarsa qualità degli smorzatori su certe vetture, al più potrebbero essere bandite dai rally, ma credo che come misura sia impopolare (e oltretutto insufficiente, visto che parliamo, nel caso specifico, di una Xsara WRC immatricolata dopo il 2001).
     
    A A T RACING TEAM e Daniele Grechi piace questo messaggio.
  8. mishima87

    Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.416
    "Mi Piace" ricevuti:
    823
    Punteggio:
    1.344
    ogni periodo penso abbia la sua "croce"

    Negli anni dei gruppi B, la croce era l'elevata potenza sviluppata dalle macchine (580 cv su un 1.7 turbo sono una cosa astronomica) e la cultura del posizionamento del pubblico (che mancava totalmente)

    Tra Gruppi A e WRC il "problema" se vogliamo definirlo così è stata l'aumentare della velocità di percorrenza delle macchine in curva, dovuto ad assetti e soprattutto gomme sempre meno resistenti in fatto di km ma molto più prestazionali.

    E' vero che gli odierni N2 per dire sono più veloci magari dei gruppi 2 di una volta, ma è anche vero che se ad esempio prendi un 106 e confronti i tempi che faceva nel 95 rispetto a quelli odierni, secondo me solo di assetto e gomme è comunque più veloce adesso che 20 anni fa.

    Per quanto dici, Daniele, sui riflessi dei piloti che non sono proporzionali rispetto all'evoluzione tecnica delle macchine, mi permetto di risponderti dicendo che secondo me non è del tutto vero, in quanto i piloti professionisti (rimaniamo in quel campo eh, non nei gentlemen driver) sono molto pi preparati anche fisicamente rispetto al passato, e quindi anche a reagire a determinate sollecitazioni; non mi ci vedo per dire Munari o un Vatanen a fare test-simulatori-palestra come invece fanno per dire Ogier o Loeb.

    Probabilmente se nel 1986 si fosse chiesto ad un tecnico Audi o Lancia o Peugeot se secondo loro dopo 30 anni si sarebbe potuto vincere un 1000 laghi con una media di 130 all'ora, ti avrebbero riso in faccia, ma l'evoluzione ha smentito anche i più scettici dell'epoca, e non è ancora finita. Dal 2017 se non ci troviamo di fronte a delle evoluzioni di Gruppo B, poco ci manca, il problema secondo me vero è quando queste macchine verrano date in mano ai noleggiatori e quindi ai gentleman.

    Detto questo, dispiace che ci siano stati due incidenti così se vogliamo dire simili in così poco tempo, e soprattutto dispiace aver perso degli appassionati sia a noi che soprattutto alle loro famiglie...sembra però che ogni volta che si fa un passo in avanti nella sicurezza, c'è sempre quell'incidente che ha fatto non uno ma due passi in avanti, e si ritorna a discutere come facciamo noi oggi (ovviamente vale sempre la distinzione tra gli eventi "tragici" da quelli capitati per"negligenza").

    Spero di essermi spiegato e di non aver fatto torto a nessuno
     
    A A T RACING TEAM, McFrank e Daniele Grechi piace questo elemento.
  9. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    28%
    Messaggi:
    1.032
    "Mi Piace" ricevuti:
    419
    Punteggio:
    1.278
    @mishima87 ...per i riflessi mi baso su di me....però a livello umano il tempo passa e credimi si sente eccome....io intendevo solo dire che i piloti che hanno fatto quelle considerazioni volevano dire che nel momento di massima prestazione psicofisica disponevano di auto tecnicamente e prestazionalmente inferiori nonostante per l'epoca fossero il top...quindi se avessero avuto una N3 con il fisico di 40 anni fa il divario sarebbe stato enorme......
     
    A mishima87 piace questo elemento.
  10. mishima87

    Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.416
    "Mi Piace" ricevuti:
    823
    Punteggio:
    1.344
    beh chiaro, io non sono stato pilota e non sono un tecnico quindi molte volte parlo per quel che ho sentito dire da altri, ovviamente da questo punto di vista tu hai molta più esperienza di me.
     
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  11. mishima87

    Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.416
    "Mi Piace" ricevuti:
    823
    Punteggio:
    1.344
    tra l'altro, per rimanere in tema sicurezza, apprendo ora da Bunnings che in Spagna nel rally de a Coruna una macchina è finita in mezzo al pubblico, con due morti ed una dozzina di feriti

    EDIT: il bilancio è salito a 6 morti....

    EDIT 2: tra l'altro ho purtroppo avuto modo di vedere il video su un sito spagnolo dell'incidente, che è stato prontamente rimosso, e la dinamica ricorda il tragico incidente del Portogallo 86 con la macchina a finire in mezzo alla gente...
     
    #11 mishima87, 5 Settembre 2015
    Ultima modifica: 5 Settembre 2015
  12. Alberz

    Pilota nazionale

    79%
    Messaggi:
    856
    "Mi Piace" ricevuti:
    555
    Punteggio:
    894
  13. mishima87

    Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.416
    "Mi Piace" ricevuti:
    823
    Punteggio:
    1.344
    Si é questo.
    La dinamica mi sembra abbastanza Chiara, la macchina esce larga dalla curva, prende qualcosa e Si cappotta, andando a centrare la gente quando alza quel nuvolo di polvere. La dinamica é terribimente simile a Santos nell'86 con l'RS200, solo che Lui finí proprio in mezzo al pubblico non rimbalzando in "pista" come in questo caso.

    Qua torno Sul discorso negligenza, a Mio parere non si puó permettere alla gente di stare in esterno curva, ancora di piú se si tratta di un rally sterrato... L'abbiamo visto noi stessi, dal vivo, con Maurin in Germania. Poteva fare una strage anche li, e invece li sanrally ha protetto, ma abbiamo pagato dazio in questa settimana, con gli interessi oltretutto.
     
  14. rally

    Membro dello Staff Pilota esperto

    91%
    Messaggi:
    9.182
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.099
    Punteggio:
    1.908
    Località:
    Milano
    Ho aggiunto al primo post di @Daniele Grechi alcuni link utili alla discussione.
     
    A A T RACING TEAM piace questo elemento.
  15. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    28%
    Messaggi:
    1.032
    "Mi Piace" ricevuti:
    419
    Punteggio:
    1.278
    Che settimana di m***a......comunque in Spagna il concetto di "zona vietata al pubblico" mi sembra un pò astratto....
    condoglianze alle famiglie delle vittime
     
  16. TwoStroke

    Pilota esperto

    35%
    Messaggi:
    1.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    422
    Punteggio:
    1.349
    Località:
    Parma
    Su Gazzetta.tv c'è un video ripreso da davanti, non so se è lo stesso visto da voi, ma si vede piuttosto bene che il pubblico è in una zona pericolosa ad esterno curva.
    Anche se non c'è nastro o cartelli di divieto basterebbe usare un po' di testa per posizionarsi sulle PS.
    Sicuramente questi 3 incidenti ravvicinati non passeranno indisturbati alla FIA, e secondo me ci troveremo qualche comunicato tra qualche giorno.
     
  17. Alberz

    Pilota nazionale

    79%
    Messaggi:
    856
    "Mi Piace" ricevuti:
    555
    Punteggio:
    894
    C'è una sola regola quando vai a vedere i rally. Non stare a esterno curva. Una sola diamine. Eppure dopo tanti incidenti ancora in tanti non riescono a capirlo.
    Se poi lo dici a qualcuno che vedi in zona pericolosa, a volte se la prendono pure...
     
    A mishima87 piace questo elemento.
  18. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    38%
    Messaggi:
    1.529
    "Mi Piace" ricevuti:
    472
    Punteggio:
    1.384
    Comunque è anche giusto dire che finché non avverrà un'analisi completa e razionale, è giusto prendersi la libertà di sospettare che la morte non sia stata causata direttamente dall'impatto.
    Il problema ad ogni modo è spinoso. Parliamo di un auto che appartiene al periodo dell'elettronica nel WRC a livelli ipertrofici. Non vorrei che un eccesso di fiducia tenda a portare i piloti semi-amatori ad eccedere nello spingere la vettura oltre i limiti possibili.
    Le ipotesi sono tante e credo che sia il caso di aspettare. E' chiaro che il supporto di elettronica (allora c'era anche il TCS, a quanto mi risulta) è indispensabile per vetture di una certa potenza (quindi giusto reinserire diff. elettronico centrale sulle nuovo WRC).[/QUOTE]
     
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  19. Alberz

    Pilota nazionale

    79%
    Messaggi:
    856
    "Mi Piace" ricevuti:
    555
    Punteggio:
    894
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  20. Gibba

    Pilota esperto

    46%
    Messaggi:
    1.054
    "Mi Piace" ricevuti:
    527
    Punteggio:
    1.456
    Località:
    Genova
    Il mio pensiero è sempre stato il seguente:
    -piloti e navigatori: affrontando un rally sanno cosa può succedere...se corrono vuol dire che lo accettano;
    -pubblico: andando a vedere una prova deve sapere cosa potrebbe capitare.
    Poi la sfortuna gioca sempre un ruolo fondamentale...

    A me quello che da fastidio sono la massa di persone che appena legge queste notizie invoca l'eliminazione dei rally o la loro riduzione su piste (!!), senza mai nemmeno averne visto mezzo. Che poi sono gli stessi che vanno allo stadio e magari fanno casino (ma lo stadio o il calcio non si pensa nemmeno di chiuderlo).

    Poi, negli incidenti del Barelli e del Monte Bianco io direi che la sfiga ha avuto una parte importante...dal video del rally spagnolo non so se mi sarei messo nello stesso posto, ma conoscendomi non credo. Anzi, in Italia (o Germania o Svizzera) non credo nemmeno che ci avrebbero lasciato posizionare il pubblico (ma in Spagna e Portogallo sono molto più caldi rispetto a noi per i rally).
     
    A mishima87 e Daniele Grechi piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina