1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

40° Rally Croatia 26-28 settembre 2013

Discussione in 'ERC - European Rally Championship' iniziata da Norman Bates, 7 Giugno 2013.

  1. FabryB

    Pilota esordiente

    43%
    Messaggi:
    30
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    116
    @F150

    non facevo alcuna obiezione specifica; dico solo che è sempre facile scrivere dietro ad una tastiera (motivo per cui i forum solitamente li leggo, mi faccio due risate e non commento).
    essendoci stato ed avendo anche guidato in quelle strade con la mia modesta vettura stradale, mi permetto di parlare con cognizione di causa e non per sentito dire o per visto in tv/internet perchè alla fine su questo si sta discutendo...

    riguardo l'errore di sebalj, ha sbagliato affrontare un taglio... a lui è andata male, a latvala in australia (ricordare il 360° sul fine prova) è andata bene ma nessuno ha scritto che è da principiante... why?...

    i rally vanno visti altrimenti poi per commentare siamo bravi tutti davanti ad un pc, tutto qui ed assolutamente nessuna critica personale verso nessuno.

    l'anno prossimo Sibiu Rally :crew:
     
  2. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.885
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.407
    Punteggio:
    2.590
    Latvala su sterrato andava al limite inoltre quasi tutti gli dicono che non vale una pippa in ottica campionato,Sebalj su asfalto andava comunque molto piano perché la strada non era larghissima,Sebalj ha dimostrato il suo valore.Gli errori li fanno tutti,pure Loeb.
     
  3. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    43%
    Messaggi:
    1.671
    "Mi Piace" ricevuti:
    643
    Punteggio:
    1.429
    Quoto, mi scuso se prolungo un OT abbastanza fuori luogo, ma è opportuna una distinzione. A mio avviso, ed è cosa nota, la differenza il pilota non la fa raschiando gli avanzi, ma neppure rivelandosi incostante. Bisogna pur giungere alla conclusione che per i locali emergere in un evento internazionale è un'occasione straordinaria, ritengo che a volte sia sufficiente solo una dose di buon senso. Basti osservare il Rally di Polonia: è inaccettabile e intollerabile che un appuntamento di tale rilevanza sfoggi un service park invaso dal fango, sono dati oggettivi. Per quanto mi riguarda, è sufficiente constatare che Sibiu, Polonia e Croazia hanno sbagliato tre rigori. Diverso è il discorso circa i piloti, giacché i polacchi si sono sempre rivelati "ossi duri". E' un problema, sempre a proposito dei rally dell'Est Europeo, di merito e metodo.
    Il WRC, con questo chiudo la mia serie di osservazioni, è un'altra realtà e pur rispettando ogni lecita e autonoma opinione, viaggia in una dimensione parallela. Nonostante ciò, si osservi che il prestigio di Latvala non è notoriamente elevato. Nell'ERC si mantegono ritmi anche elevati, ma la perfezione è un'altra storia, c'è un sistema radicalmente differente, anche evidentemente influenzato dalla portata economica della serie.

    Detto questo, nessun giudizio dall'alto, perchè al di là dell'esperienza di ciascuno, di fronte al mestiere di un pilota, il nostro commento è misero; tuttavia nessuno gode di immunità, eppure i giornali, specie parlando di F1, scrivono tanto, forse troppo. Ben venga, ad ogni modo, il contributo "dal vivo", vera anima del rally.
     
  4. Videorally TFC

    Pilota esordiente

    22%
    Messaggi:
    27
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    Punteggio:
    103
    Sono rientrato sabato da una 3 giorni indimenticabile in Croazia. Mi è bastato vedere un passaggio della Mitsu di Koriska sulla discesa della PS Brest e lo show di Kopecky sulla PS di Parenzo, per regalarmi emozioni da altri tempi. L' elenco iscritti era di prim'ordine e di buon livello rispetto agli anni scorsi. Spero che per il prossimo anno mantenga la validità europea!
     
  5. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.885
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.407
    Punteggio:
    2.590
    Festa grande in casa United Business: Molly Taylor con il suo navigatore l’inglese Seb Marshall vincono con due gare di anticipo il LADIES’ TROPHY NEL CAMPIONATO EUROPEO RALLY 2013 Vittoria annunciata per il duo della Citroen DS3 R3 che ha vinto con estrema sicurezza il LADIES’ TROPHY dopo che tutti i loro avversari durante la stagione si sono pian piano persi per strada, questo ha permesso ai leader di poter guidare con ancora più accortezza durante il Croatia Rally ed arrivare alla fine festeggiando il titolo con due gare di anticipo. Due giornate intense a Porec, dove questo weekend si è disputato il decimo appuntamento del Campionato Europeo Rally 2013 e la Taylor ha centrato l’obiettivo che si era prefissata all’inizio della stagione. “È stata dura, ma alla fine ce l’abbiamo fatta - ha commentato - ringrazio il Team, ringrazio Seb e ringrazio United Business che ha creduto in me, ho avuto la possibilità di lavorare in una struttura altamente professionale, mi hanno sempre messo a disposizione il meglio, ringrazio Paolo Butelli e tutti i suoi ragazzi, durante tutta la stagione sono stati fantastici. Quando si vince sembra tutto facile e tutto scontato, ma la stagione è stata dura, io e Seb abbiamo disputato otto gare dell’Europeo, ben sette per la prima volta, questo obiettivo ce lo siamo sudato tutto. Il Ladies’ Trophy lo abbiamo vinto sul campo gara dopo gara insieme a tutto il team”. Seb Marshall: “Sono felice. Siamo una ottima squadra, lo abbiamo dimostrato durante tutta la stagione, facciamo tutti uno sport che amiamo, lo facciamo con la massima professionalità e dando sempre il massimo. Il Titolo lo dedichiamo a noi stessi ed a tutto il team, che ci ha messo a disposizione un’eccellente Citroen DS3 R3 che si è sempre dimostrata performante ed affidabile”. Pier Liberali di United Business, società italiana che cura il management sportivo della Taylor ”Molly e Seb hanno concluso il Croatia Rally nella maniera migliore in una stagione difficile ma con un risultato finale perfetto. La United Business ci teneva molto a fare bene al Croatia Rally, gara che con Luca Rossetti abbiamo vinto due volte e dove noi eravamo i promoter dell’evento, Per Molly e Seb non è stato facile era tutto nuovo, le prove speciali difficili e tecniche, Molly ha avuto anche un problema fisico causato dai fumi della benzina dentro l’abitacolo ma alla fine è arrivato il titolo, l'insidia e la possibilità d'errore sulle strade Croate è sempre dietro l'angolo, sono stati bravi a non commettere errori. Ed ora è bello essere qui a festeggiare tutti insieme. Il Ladies’ Trophy era il nostro obbiettivo dichiarato ad inizio stagione, la Taylor e Marshall lo hanno centrato, si sono dimostrati due eccellenti professionisti. Il titolo conquistato con due gare di anticipo ci permette di valutare con attenzione il finale di stagione, stiamo valutando quali possono essere le migliori opportunità per il nostro equipaggio, il loro processo di crescita sportiva e professionale non deve fermarsi con la vincita di questo titolo, probabilmente apporteremo qualche cambiamento al nostro programma sportivo annunciato ad inizio anno, nelle prossime due settimane decideremo. Per ora voglio fare i complimenti a Molly, a Seb, a Paolo Butelli, a Citroen ed a Pirelli, ognuno con le proprie competenza ha contribuito a questa vittoria. Obiettivo raggiunto!”
     

Condividi questa Pagina