1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Incidente al Ba...relli Ronde

Discussione in 'Campionati minori Italiani' iniziata da rally, 30 Agosto 2015.

  1. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.886
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.407
    Punteggio:
    2.590
    Chiudere la stalla quando i buoi sono scappati non è mai bello.
    Ho sentito alcuni mettere sotto accusa il catalizzatore, che nelle stagioni calde provoca e aumenta la possibilità di incendio, beh visto che il catalizzatore non serve alle auto (sia stradali che da gara) forse toglierlo sarebbe meglio.
     
    A MARIORE89, A T RACING TEAM e Daniele Grechi piace questo elemento.
  2. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    Da regolamento ogni vettura DEVE essere dotata di comando esterno dell'estinzione e staccabatteria...perchè in verifica GIUSTAMENTE i commissari tecnici scassano i c******i e quando servono nessuno li aziona? In caso di incidente quanti commissari sanno distinguere fra un comando elettrico ed uno meccanico dell'estinzione? E quanti sanno che,in presenza di comando elettrico dell'estinzione,è proprio quello il tasto da premere PRIMA di staccare la batteria? Non si può d'altro canto gettare la colpa solamente sui commissari di percorso,encomiabili volontari che ci permettono di godere le nostre passioni,però in questo caso forse si è trovata la persona o le persone sbagliate nel momento sbagliato....c***o,rompi il vetro con un estintore,con una pietra,con l'asta della bandierina,ma soprattutto se vedi benzina in giro...aziona l'estinzione,e stacca la batteria che fermi la pompa....ormai però....è tardi
     
    A Mr. Hollywood, MARIORE89, rally e 3 altri utenti piace questo elemento.
  3. TwoStroke

    Membro dello Staff Pilota esperto

    38%
    Messaggi:
    1.178
    "Mi Piace" ricevuti:
    520
    Punteggio:
    1.379
    Località:
    Parma
    La sicurezza non va trascurata, soprattutto in auto.
    Ma quello che mi viene da pensare è che con urti del genere, anche se si ha il massimo della tecnologia nella sicurezza, è inevitabile che capiti qualcosa.
    Un po' come i test EuroNCap sulle auto stradali; danno un determinato risultato in una circostanza, ma un incidente può avere mille dinamiche e variabili diverse.
    A vedere la foto della macchina vengono i brividi, il semiasse posteriore è quasi staccato!
    Comunque sono d'accordissimo con @MARIORE89 per la questione di una formazione dei commissari e aggiungerei anche una attenta selezione, perchè l'anziano di paese che si offre volontario non basta e non deve bastare.

    Il catalizzatore si sa che raggiunge già di suo temperature molto elevate perchè possa fare il suo lavoro e d'estate ancora di più. Non è una possibilità da escludere che possa contribuire a un incendio dopo un incidente.
     
    A Daniele Grechi e MARIORE89 piace questo messaggio.
  4. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    43%
    Messaggi:
    1.671
    "Mi Piace" ricevuti:
    643
    Punteggio:
    1.429
    Sul catalizzatore ci andrei con i piedi di piombo. Sbaglia chi dice che "si può fare come nelle formule", i rally fanno i trasferimenti, chi corre in pista no. E la sua eliminazione sarebbe un clamoroso passo indietro.
    E poi (non) ci sono le evidenze empiriche. Dare per scontate determinate correlazioni è frettoloso e superficiale, anche se è giusto discuterne. Mi pare di aver letto che il punto in cui viene installato il catalizzatore è diverso da quello tradizionale delle auto stradali. Il vero problema è quando si taglia ed il fondo tocca per terra, allora in tal caso ci può essere un legame evidente. Ma in presenza di così gravi incidenti, 2+2 non è automatico.
     
    A Mr. Hollywood piace questo elemento.
  5. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    Questa puó anche essere un'arma a doppio taglio... Ovvero dare la possibilità a gente incapace di correre con i macchinoni.

    Ho visto dei chiodi incapaci che correvano in N3 avere la possibilità di fare delle corse sporadiche in S2000/R5, il più delle volte allo shakedown erano già a muro...
     
  6. McFrank

    Membro dello Staff Pilota esperto

    47%
    Messaggi:
    1.844
    "Mi Piace" ricevuti:
    925
    Punteggio:
    1.470
    Ma i rally non sono chiusi ai soli professionisti, un po come le salite e lì si corre con vetture ancora più potenti!
    Purtroppo bisogna accettare il fatto che correre comporta ancora oggi grossi rischi! Io dico che si può ancora intervenire su qualcosa ma oggi comunque gli standard di sicurezza sono abbastanza elevati.
    Intanto è stata aperta un'inchiesta per capire se i due sfortunati ragazzi siano morti a causo dello schianto o dell'incendio. E' stato comunque un incidente grave, lo si vedeva dalla vettura che in parte è stata rovinata dall'incendio...
     
    A mishima87 piace questo elemento.
  7. TwoStroke

    Membro dello Staff Pilota esperto

    38%
    Messaggi:
    1.178
    "Mi Piace" ricevuti:
    520
    Punteggio:
    1.379
    Località:
    Parma
    Quello che per me il collettivo comune non capisce è che il Rally, come può essere MotoGP, WTCC o Formula1, sono sport in cui si rischia e si sa.
    E quello che mi fa innervosire è sentir dire: "E' morto quel pilota, bisognerebbe eliminarle quelle corse. Sono troppo pericolose."
    Le corse, e in particolar modo il Rally per me, sono quelle cose che mi fanno sentire VIVO.
    "If you don't live for something, you will die for nothing."

    Scusate lo sfogo.
     
    A A T RACING TEAM e MARIORE89 piace questo messaggio.
  8. Alberz

    Pilota nazionale

    85%
    Messaggi:
    904
    "Mi Piace" ricevuti:
    595
    Punteggio:
    924
    Ma lasciali perdere quelli. Son gli stessi che se violentano una ragazza dicono che non si doveva mettere la minigonna.

    Sulla questione in sè purtroppo il 100% di sicurezza in uno sport del genere non si avrà mai ed è vero che attualmente gli standard di sicurezza sono molto alti.
    A me dispiace molto per questo commissario, si porterà il rimorso per tutta la vita. E' vero che sarebbe meglio avere dei commissari più preparati e meno zone morte ma non so quanto sia fattibile in realtà.
    Certo è che ci vorrebbero degli standard per quanto riguarda l'azionamento dell'estinzione facilmente riconoscibili per ogni macchina e dall'esterno.
    Comunque davvero, non vorrei essere cruento, però bisogna ammetterlo che nonostante dei passi avanti BISOGNA farli, e non dopo il morto, è impossibile prevedere ogni situazione e in una disciplina come questa il rischio ci sarà sempre secondo me.
     
    A Daniele Grechi e A T RACING TEAM piace questo messaggio.
  9. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    Ribadisco il concetto che quando ci mettiamo casco e tuta ed entriamo in macchina sappiamo benissimo cosa rischiamo....ma ribadisco anche che,per motivi di sicurezza,ronde e rallyday hanno i commissari a vista, e i comandi di estinzione e staccabatteria sono ben visibili alla base del montante parabrezza lato guida....
     
    A Alberz piace questo elemento.
  10. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.886
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.407
    Punteggio:
    2.590
    Credo che nell'incidente in questione non vi siano responsabilità, purtroppo fa parte della percentuale di ogni sport , anche non motoristico, fa male, dispiace ma ci sta :(
    Dopo ogni incidente si cerca un colpevole, una causa ed una soluzione....tutto vero quanto avete scritto, non darei colpe al commissario, in quewste situazioni ogni persona reagisce d'istinto e con poco raziocigno, anche se magari preparerei in modo più approfondito la preparazione dei commissari di percorso, è un settore con molte lacune dove sono sempre i soliti a svolgere le stesse mansioni per cui nasce una specie di piramide dove la manovalanza fare sempre le stesse cose e non vi sono possibilità d'esperienza e apprendimento. Gli ufficiali di gara, dovrebbero non solo sapere il regolamento ma anche gestire qualsiasi situazione che si verifica in ps ( e non solo sbandierare in caso di pericolo)...ma questo è un altro discorso.
    Sarei curioso di sapere cosa si è trovata dinnanzi la vettura che partiva dopo, nel breve tempo di 1 minuto il commissario deve sbandierare il posizione sicura e visibile, avvertire (sempre se aveva la radio) il capo prova, aiutare , se poteva, l'equipaggio coinvolto.....parecchie cose in pochi secondi :(
     
    A McFrank, Daniele Grechi e mishima87 piace questo elemento.
  11. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    Verissimo, la storia è piena di incidenti in alcuni casi non prevedibili.

    quello che non deve succedere, come detto prima, è che perda la vita altra gente per qualcosa già capitato in passato nella medesima maniera...
     
    A Alberz piace questo elemento.
  12. Mr. Hollywood

    Pilota regionale

    17%
    Messaggi:
    105
    "Mi Piace" ricevuti:
    13
    Punteggio:
    208
    Quando succede l'irreparabile parte sempre la caccia alle streghe. Il vero problema nn è in sé il catalizzatore, il serbatoio di sicurezza, il commissario non preparato (non è detto, xkè a volte ci sono persone ke grazie alla passione sn più preparate di altre ke ricoprono cariche maggiori), le vetture troppo rigide, le gomme, ecc. Ma tutto l'insieme fa si che poi piangiamo delle povere persone che davano sfogo ad una maledetta passione. Tutti abbiamo la "formula magica" ma nessuno ha il "coraggio" di proporla nelle sedi opportune.
     
    A Daniele Grechi e Norman Bates piace questo messaggio.
  13. Norman Bates

    Membro dello Staff Pilota esperto

    59%
    Messaggi:
    6.886
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.407
    Punteggio:
    2.590
    Non solo mr.Hollywood ma alla fine chi detiene il potere decisionale fa quello che vuole e piuttosto che mettere un estintore in più fa scadere l'omologazione di casco, tutta o calzini :(
     
    A Daniele Grechi piace questo elemento.
  14. Beo_WRC

    Pilota esperto

    99%
    Messaggi:
    1.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    278
    Punteggio:
    1.992
    Innanzitutto condoglianze alle famiglie dei piloti.. Davvero una tragedia. In secondo luogo, come ho letto nei post sopra e soprattutto su facebook molti piloti richiedono l'abolizione dei catalizzatori.. Essendo ignorante in materia, cosa migliorerebbe ciò sul fatto della sicurezza? Se qualcuno potesse spiegarmelo, grazie!
     
  15. F150

    Membro dello Staff Pilota esperto

    43%
    Messaggi:
    1.671
    "Mi Piace" ricevuti:
    643
    Punteggio:
    1.429
    Detto in soldoni, l'accusa dei piloti è che il catalizzatore, essendo posizionato vicino al serbatoio, risulterebbe pericoloso in quanto una lesione di quest'ultimo, con conseguente fuoriuscita di carburante, provocherebbe un incendio, lavorando a temperature ben superiori a quelle di autoaccensione della benzina.
    La questione è che bisognerebbe essere in possesso (si pagano) della fiche di omologazione per poter effettivamente commentare con precisione. L'installazione è diversa da quella di serie; per questo motivo invitavo in precedenza ad essere più cauti nell'assegnare cause ed effetti.
    Purtroppo pare che l'inchiesta verrà a breve archiviata, senza oltretutto chiarire la causa del decesso dei due piloti (incidente o incendio). L'autopsia non sarebbe "chiarificatrice".
     
    A McFrank piace questo elemento.
  16. Beo_WRC

    Pilota esperto

    99%
    Messaggi:
    1.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    278
    Punteggio:
    1.992
    Ma perché viene montato dietro e non davanti come nelle auto normali? Questione di prestazione immagino..? Ma visto che con motori preparati e benzine ad alto numero di ottani le auto sono poco amiche dell ambiente, non potrebbe essere un aiuto il fatto di toglierlo del tutto? Magari usando benzine normali

    Grazie delle delucidazioni
     
  17. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    Hai colto in pieno....mi scuso se dai miei post potesse sembrare che io accusassi solo i commissari....il fatto è che nessuno si deve erigere a giudice o perito legale,ciò non toglie che dobbiamo osservare come ha detto norman che si preferisce dare scadenze a tute e calzini e non investire nella formazione e qualificazione dei commissari...
     
    A Mr. Hollywood piace questo elemento.
  18. Daniele Grechi

    Pilota esperto

    31%
    Messaggi:
    1.163
    "Mi Piace" ricevuti:
    604
    Punteggio:
    1.308
    Esatto,si cerca di montarlo più lontano possibile per attenuare l'effetto frenante che ha sui gas di scarico.....teoricamente le auto da corsa con catalizzatori tipo "racing" dovrebbero rispettare i valori di emissioni nocive,e comunque togliendoli dette emissioni aumenterebbero notevolmente....il problema,come osservato,è che spesso il catalizzatore viene montato troppo vicino al serbatoio senza alcuna protezione....
     
    A Norman Bates e F150 piace questo messaggio.
  19. mishima87

    Membro dello Staff Pilota esperto

    34%
    Messaggi:
    1.573
    "Mi Piace" ricevuti:
    995
    Punteggio:
    1.344
    Ecco, in teoria nei WRC se ben ricordo oltre al serbatoio ci sono degli strati protettivi per evitare fuoriuscite e contatti con corpi incandescenti (mi sembra ci fosse un video Su youtube di prodrive che mostrava queste cose nel 2011 all'esordio della nuova mini).
    Capisco per dire la mancanza di tutto ció in macchine strettamente legate alla serie come I gruppi N, sugli R3 invece, col senno di poi ovviamente e sempre dopo Il succedere di queste cose, non me ne capacito.
     
    A Daniele Grechi e Mr. Hollywood piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina